Progettazione

Comprare casa nuova o da ristrutturare?

Il dilemma di comprare una nuova casa o ristrutturarne una esistente è sempre molto difficile da sciogliere. Bisogna considerare diversi fattori e soprattutto valutare la convenienza economica.

Proveremo ad aiutarvi considerando i pro e i contro di ciascuna scelta.

COSTI

Ristrutturare una casa già esistente non equivale a risparmiare sui costi. Bisogna valutare attentamente infatti tutti gli interventi da affrontare e chiedersi se la casa così com’è risponde alle nostre esigenze.

L’estetica e la qualità abitativa devono piacere subito, considerando anche luogo, disposizione, luminosità e qualità degli impianti. Se gli interventi sono dispendiosi, conviene valutare la costruzione ex novo, da poter progettare e modellare senza doversi accontentare.

Tempo

Molte persone si fanno condizionare dall’ansia di avere subito una nuova casa rischiando di ritrovarsi successivamente con problemi e interventi non considerati che possono allungare i tempi dell’abitare.

Il consiglio quindi è quello di prendersi un tempo maggiore per vagliare ogni aspetto. Una soluzione intermedia potrebbe essere l’acquisto di una casa da ultimare: questo ridurrebbe costi e consentendo la gestione al meglio delle spese e degli interventi di modifica.

Tipologia

Il vantaggio di case completamente nuove è quello di avere impianti innovativi ed energeticamente efficienti e materiali moderni. Se però il vostro desiderio è quello di avere una casa dal fascino di dimore antiche, sarebbe più logico scegliere case da ristrutturare, avendo bene in mente l’obbligo poi di interventi drastici e anche costosi per renderla confortevole. Una vecchia dimora è ottimale anche per chi ama gli ampi spazi e le finestre grandi, con alti soffitti e stanze accessorie.

Agevolazioni

Le agevolazioni sono previste sia per l’acquisto di nuove case sia per le ristrutturazioni. Vi sono però degli elementi di distinzione. Nel primo caso le agevolazioni sono sulla prima casa di giovani acquirenti, che devono rispettare alcuni limiti per l’accesso (optare per case nuove, tecnologicamente avanzate e appartenenti e classi energetiche elevate).

Per chi invece decide di ristrutturare un edificio già esistente, può accedere alle agevolazioni fiscali per interventi di recupero di antiche dimore con l’obiettivo di renderle efficienti in termini di risparmio energetico e sostenibilità ambientale. Le percentuali di sconto variano dal 50% per le ristrutturazioni al 65% dell’ecobonus. Vi sono poi agevolazioni maggiori per chi aderisce al SismaBonus, rivolto al miglioramento della classe di rischio degli edifici; in questo caso si arriva all’80% di detrazione fiscale.

Click to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

To Top