Idee per progettare

Come rinnovare casa e prepararsi al freddo

Rinnovare casa e prepararla al clima più rigido è un valido espediente per affrontare con maggiore serenità l’arrivo delle stagioni autunnale ed invernale. In estate, dopo il dovuto periodo di relax, si hanno molte più possibilità di poter progettare lavori di ristrutturazione e riqualificazione, avendo maggior luce a disposizione ed un clima più gradevole.

L’estate rivela poi anche le necessità di manutenzione di una casa, perché sia ha più tempo per vivere la propria abitazione e quindi si individuano i problemi, che magari si sono anche rivelati già in inverno.

Cominciate dunque a fare un’analisi generale dell’abitazione, valutandone l’isolamento termico ed acustico, la condizione strutturale e lo stato degli impianti di riscaldamento. Proseguite poi con una valutazione della disposizione dell’arredamento e della suddivisione degli spazi, concentrandovi in particolare sulla quantità della luce che entra in casa in zona giorno e zona notte e se i mobili occludono i sistemi di climatizzazione, compromettendo il circolo dell’aria e quindi anche la salubrità degli ambienti con un conseguente aumento del consumo di energia.

Una volta effettuata l’analisi generale, come procediamo?

Prima conseguenza è la valutazione di affidarsi ad un professionista per seguire anche la progettazione dei lavori. Consigliamo di fare questa scelta quando l’intervento è importante e richiede competenze tecniche e gestionali che non possono essere controllate da voi. Questo vi aiuterà a tenere sempre sotto controllo ogni aspetto e ad essere guidati passo passo senza rischiare errori, aumenti imprevisti di budget ed allungamento dei tempi. Informatevi poi se i lavori che vorreste portare avanti richiedano autorizzazioni comunali per l’inizio delle attività.

A questo punto potete partire e vedremo insieme le strategie e i progetti utili per una casa ancora più accogliente e confortevole!

Soluzioni Fai Da Te

In casa è molto importante provvedere anche autonomamente alla gestione della stessa, acquisendo abitudini virtuose per evitare sprechi ed ottimizzare i consumi, aumentando anche la durata di elettrodomestici ed arredamento.
Un primo consiglio è quello di liberare termosifoni ed ogni tipo di impianto da mobili o ingombri.
Se il termosifone è sotto la finestra,  state attenti anche alle tende. Se l’aria può circolare liberamente, non solo garantisce il raggiungimento della temperatura ottimale in meno tempo ma consente di risparmiare in energia. A proposito di consumi, controllate bene le temperature: in casa il termostato deve essere importato tra i 19 e i 20 gradi. In questo modo la casa avrà il clima ideale e non rischierete delle ripercussioni anche sulla vostra salute dovute ai brutti sbalzi di temperatura.
Un ulteriore stratagemma per potenziare il calore, è quello di applicare dietro ai termosifoni o agli strumenti di riscaldamento appoggiati alle pareti dei pannelli riflettenti in alluminio, che servono a spingere il calore verso l’interno evitando la dispersione sulla parete e quindi all’esterno.
Abbiate infine cura di far circolare sempre l’aria in casa: un ambiente salubre è quello che ci vuole per rendere la casa performante ed accogliente.
Vi sono infine degli interventi un po’ più impegnativi ma semplici da attuare che migliorano l’isolamento termico della casa. Si tratta dell’istallazione di pareti in cartongesso o di sistemi di controsoffittatura che garantiscono un miglioramento della qualità dell’aria ed una minore dispersione. Ciò fa aumentare il calore negli ambienti.

 

Isolamento ed impianti di riscaldamento

Se volete invece risolvere il problema del riscaldamento in maniera diciamo definitiva, il consiglio è quello di ricorrere ad un intervento radicale ma sicuramente efficace. Bisogna innanzitutto provvedere al perfetto isolamento della casa e questo si può fare realizzando il cappotto termico, che può essere sia esterno sia interno.

Si tratta dell’applicazione di pannelli isolanti nelle pareti esterne o nelle facciate interne. Nel caso di cappotto termico interno l’isolamento è buono, ma potrebbe essere non completo, in quanto non facilmente applicabile in tutta la casa, per via della suddivisione degli spazi interni. Aiuta però ad eliminare le muffe e ad evitare problemi di umidità, garantendo un ottimale comfort abitativo.

Quello esterno invece isola in modo assoluto la casa e garantisce una perfetta climatizzazione sia in inverno sia in estate. L’isolamento della casa passa anche per l’istallazione di infissi perfettamente isolanti, magari con doppi vetri ed in PVC.
A questo punto non vi resta che valutare l’impianto di riscaldamento. In questo caso la differenza è data dal vostro obiettivo: puntare solo sul risparmio dei consumi o associare anche un’attenzione all’inquinamento ambientale.

Vi sono infatti dei sistemi di riscaldamento che sfruttano le energie rinnovabili o che utilizzano materiali poco inquinanti. L’investimento è un po’ più alto, ma il risparmio è garantito ed anche a breve termine. A tal proposito, è bene sapere che tutti gli interventi che portano ad un miglioramento qualitativo delle abitazioni beneficiano delle agevolazioni fiscali, previste nella legge finanziaria 2018. Potrete quindi recuperare parte della spesa attraverso gli sconti della dichiarazione dei redditi. Per il riscaldamento si arriva a recuperare fino al 65% della spesa totale fino ad un massimo di 30.000€.

Arredamento per climi freddi

Per le temperature più fredde, anche l’arredamento vuole la sua parte!
Fa molto bene rinnovare ogni tanto la casa, magari cambiando la disposizione degli arredi, sostituendo alcuni elementi per dare una diversa tonalità agli ambienti, oppure rivendendo in toto l’arredamento della casa. Questa azione vi preparerà sicuramente molto meglio ad accogliere la nuova stagione e sentirete la casa molto più vicina alle vostre sensazioni.
Partiamo dai colori.

L’autunno e l’inverno richiedono colori caldi e naturali. Sono perfetti gli ambienti dove regna il legno, in tutte le sue sfumature, o se si ha uno stile più moderno, stanze dove ci sono colori come il biege, il giallo e, perché no, anche il rosso. Giocate molto sull’opposizione tra colori più neutri e vivaci, senza stravolgere per forza l’arredamento di base. Potete anche semplicemente cambiare le tende, acquistare una lampada optical o dalle sfumature marroni.
Se non volete toccare l’arredamento o i colori alle pareti, giocate molto con i suppellettili o piccolo oggetti d’arredamento: i tappeti ed i pouf ad esempio sono degli ottimi alleati per riscaldare e ravvivare casa. Oppure potete anche creare una parete ex novo con foto dalle cornici colorate. L’importante è dare agli ambienti, che di inverno sono molto più frequentati, quell’aspetto familiare ed accogliente che rispecchia la personalità degli inquilini.

Click to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

To Top