Tra le 8 R per una decrescita serena, Serge Latouche, l’economista e filosofo francese noto per le sue pubblicazioni sull’argomento, ne indica almeno 3 che sono d’interesse per la creazione di fantasiosi complementi d’arredo: ristrutturare, riutilizzare, riciclare.

Gli esempi di utilizzo alternativo di rifiuti salvati dalla discarica sono tanti. Ne abbiamo selezionati alcuni tra i più simpatici e significativi che hanno il pregio di rendere davvero “unica” la vostra casa. Non solo, il fai-da-te è sempre più in voga, e nasce sia da un’esigenza di risparmio, sia dalla voglia di realizzare oggetti con le proprie mani. E, perché no? Di mostrarli entusiasti e orgogliosi ai propri amici!

Esempi di riciclo funzionale

Ogni donna che si rispetti possiede qualche paio di scarpe con i tacchi. Non volete dotarvi della solita scarpiera? Recuperate i listelli di legno di vecchi armadi, dipingeteli di colori in tono con la stanza prescelta, fissateli alla parete e poi appendete le scarpe per il tacco in bella mostra. Non solo, sui listelli, dove rimane spazio, potete appendere gli abiti che metterete il giorno dopo.

Una delle cose che non si sa mai dove sistemare è la bigiotteria. Lunghe collane che si intrecciano e che rimangono a invecchiare perché troppo difficili da sbrogliare. Ebbene, recuperate delle vecchie cornici di varie dimensioni, coloratele, e poi ordinatele sulla parete come fossero quadri. A ogni chiodino che avrete preventivamente piantato sui bordi, potrete appendere una collana, dando vita a una simpatica composizione.

Volete decorare la camera dei bambini con buffi pupazzetti? Conservate le lampadine non funzionanti. Anche semplicemente verniciandole, potrete creare diversi personaggi da appendere su un’apposita struttura che roteando produrrà un effetto giocoso. Nel periodo natalizio, poi, si trasformeranno in fantastiche palline da appendere all’albero.

Parliamo di pneumatici auto. Recuperatene un paio. Con il primo potrete realizzare un fantastico tavolino, fissando su un lato tre tubi di metallo e dall’altro una lastra di legno, di pietra o di plastica rotonda o quadrata. Con il secondo, sopra il piano sistemate un cuscino rotondo cucito su misura e otterrete il vostro pouf. Se lo desiderate, potete anche dipingere i pneumatici con la vernice per un effetto più vivace.

Letto con le doghe? No problem, riutilizzando dei pallet. Ce ne vogliono almeno quattro della dimensione 80 x 120 cm. Carteggiateli in modo che risultino lisci e, se lo desiderate, date un velo di vernice protettiva. Posizionateli nella stanza da letto, accostateli e fissateli insieme. Da qui in poi, è una questione di gusti.

Mettetevi all’opera! Fai-da-te, fai per 3!