ristrutturare-impianti-casa

Voglia di ristrutturare gli impianti di casa? Ecco tutti i consigli utili per cominciare a progettare il rinnovamento!

Il primo passo da fare per ristrutturare è valutare l’entità dell’intervento. Gli impianti si possono rifare ex novo, rispondendo a tutte le indicazioni ed esigenze previste dalla norma o  rinnovando quelli già esistenti con particolare attenzione agli obblighi di legge e alle certificazioni.

Bisogna chiedere un preventivo alle ditte specializzate e seguire particolari iter. In alcuni casi si possono ottenere anche agevolazioni vantaggiose.

Impianto idraulico

Si interviene o facendo un’installazione ex novo o provvedendo a sistemare un impianto esistente. In questo caso abbiamo bisogno del certificato di conformità rilasciato dall’installatore e che certifica l’adesione al protocollo indicato dalla legge 46/90.

Impianto elettrico

Nel caso in realizzazione completa, bisogna accertarsi che vengano posate in opera le nuove canaline per l’alloggiamento dei fili con scatole di derivazione debitamente posizionate con salvavita e interruttori magnetotermici per gli elettrodomestici. Se si rinnova un impianto preesistente,  bisogna verificare la messa a norma attraverso una certificazione del tecnico che verifica l’idoneità e la potenza dei cavi.

Impianto a Gas

Il nuovo impianto richiederà una posa in opera sotto al pavimento con tubi protetti da una guaina specifica. In caso di impianti già esistenti, si procede con una certificazione di conformità. Se è presente un impianto di riscaldamento termoautonomo, la posizione e la dimensione dei fori di areazione e dei tubi di esalazione devono essere a norma, rispettando anche inclinazione e curvatura dei tubi.

Incentivi

Il rinnovo degli impianti rientra nelle agevolazioni previste per gli interventi di ristrutturazione delle abitazioni già esistenti. Si può richiedere un’agevolazione del 50% sulle spese di sostituzione o l’integrazione per la messa a norma dell’impianto elettrico e per la sostituzione o la riparazione dell’impianto idraulico con elementi di innovazioni rispetto al preesistente. Il tetto massimo di spesa è di 96.000 € e può essere integrato ad altre spese per la ristrutturazione della casa.