Come decorare con il découpage: tecniche ed idee

Tecnica decorativa il cui nome deriva dal francese découper, ovvero ritagliare, il découpage è tra le tecniche decorative più semplici, immediate e diffuse. Consiste, sostanzialmente, nella decorazione di oggetti e superfici con illustrazioni ritagliate nella carta e, se eseguita bene, può dare risultati di grande effetto, trasformando completamente gli oggetti e dando nuova vita a quelli più vecchi.

Questa tecnica affonda le proprie radici nel 1700, quando i mobilieri veneziani incollavano stampe ritagliate e dipinte per ridurre i tempi di realizzazione dei mobili laccati. Il découpage è adatto pressoché a qualsiasi tipo di materiale, dal legno alla plastica, dalla carta al vetro, dal ferro al rame ed anche alle pareti. La tecnica decorative rimane pressoché la stessa, con qualche piccolo aggiustamento in base al tipo di fondo.

Trattandosi di una tecnica per nulla complicata e che non richiede particolari doti artistiche, anche i più piccoli possono cimentarsi nel découpage ed allenare la propria manualità con idee originali. La scelta di scrap-art ed oggetti è talmente ampia da poter permettere anche ai principianti assoluti di approcciarsi a questa tecnica decorativa e produrre decorazioni estremamente graziose.

Come accennato, il découpage si può eseguire su qualsiasi tipo di superficie. Quindi, sì a legno, ferro, rame, vetro, cartone, ceramica e terracotta. Occorre, ora, fare una distinzione tra i materiali impermeabili, come il vetro, la plastica, la ceramica ed i metalli, e quelli porosi, come il legno, perché da ciò dipende la preparazione del fondo. Se il materiale su cui vi accingete a lavorare è impermeabile, basterà pulirlo a fondo con dell’alcol, mentre con il legno occorre eliminare qualsiasi traccia di cera o di vernice originale con della carta vetrata e del solvente.

Scegliete, poi, le immagini che preferite, e ritagliatele con cura. Prima di incollare i ritagli e le strisce di carta, decidete in che modo collocarli sull’oggetto. Create, mentalmente, la composizione ed iniziate a stendere la colla sul retro delle immagini.

Incollate i ritagli di carta, premendoli delicatamente con le dita in modo da eliminare eventuali grinze e bolle d’aria, e spennellateli di colla anche sul davanti. Una volta completata la composizione, spennellate di colla diluita l’intero oggetto, con pennellate uniformi anche nelle aree non decorate. Quando la colla sarà completamente asciutta, rifinite stendendo diverse mani di flatting trasparente, che ha il compito di proteggere e rendere completamente liscia la superficie.

Molti sono i libri in commercio che spiegano le varie tecniche di découpage, che si fondano, fondamentalmente, sulla procedura sopra illustrata. Sono molti i libri che insegnano questa divertente quanto creativa tecnica, e per acquistarli a prezzo ridotto cliccare qui ed inserire il codice sconto Amazon, esattamente come è stato fornito, senza spazi.

Molto interessante è il manuale Découpage. Tecniche e modelli, edito da Giunti Demetra, con una vasta gamma di proposte, idee e semplici istruzioni per realizzare tutto ciò che la fantasia vi suggerisce. Degno di nota è anche Découpage. Manuale completo, di Marisa Lupato, anch’esso edito da Giunti Demetra, rivolto a tutti coloro i quali desiderano avvicinarsi a questa interessante tecnica decorativa.

Mobili con doppio lavabo

Forse il bagno col doppio lavabo è una delle soluzioni più chic e romantiche per questo ambiente. Elegante, di design, ma anche e soprattutto pratica, come nel caso in cui in casa vi fosse un solo bagno e sarà utilizzato sia da lui che da lei.

Niente più litigi per prepararsi la mattina tra fratelli e sorelle o in coppia: un lavabo ed uno specchio ciascuno manterranno la quiete familiare impreziosendo anche il bagno.

I mobili con doppio lavabo possono essere di tutti i tipi e possono adattarsi a tutti i guesti e a tutte le esigenze: ad esempio i mobili per doppio lavabo possono essere a terra con un risultato più classico o sospesi a parete con una resa di arredo più contemporanea, oppure ancora possono esser a incasso a semincasso o integrati nel top, o anche semplicemente appoggiati sul piano.

Inoltre si può giocare con lo spazio: se se ne dispone di molto i lavabi potranno essere molto distanti, in caso contrario ravvicinati o quasi attaccati, anche se questo non deve necessariamente significare una rinuncai alla resa estetica in quanto possono essere scelti lavabi di design.

Infine il mobile per doppio lavabo può semplicemente non esistere ed i lavabi possono essere installati sospesi direttamente a parete creando così un bano dall’arredo minimal e sicuramente modernissimo.

Mutui: anche per le unioni gay valgono le leggi del matrimonio

Ancora non vi è stata una definizione precisa su come comportarsi per la richiesta di un finanziamento per l’acquisto degli immobili in fatto di unioni gay, tuttavia secondo uno studio di Mutui.it, l’unione civile infatti implica automaticamente, qualora non venga richiesto diversamente, il regime di comunion e di beni, dunque lo stesso funzionamento per i finanziamenti attuato per le unioni matrimoniali.

Per due coniugi infatti quando si richiede un mutuo è possibile detrarre gli interessi passivi nella misura del 19% per un massimo di 4000 euro e del 100% qualora abbia il compagno a proprio carico. Questo fattore dovrebbe essere esteso anche alle unioni civili, così come saranno estese anche le norme relative allo scioglimento dell’unione secondo le quali se i componenti si separano mentre è in corso il pagamento di un muto chi deve pagare agli alimenti può continuare a farlo chiedendo però una detrazione sugli assegni di mantenimento, oppure che la casa sia assegnata ad uno dei dure, o ancora che si proceda con la vendita consensuale dell’immobile.

Le chiavi di casa? Non servono più!

Le donne passano sempre tantissimo tempo a cercare le chiavi di casa nella borsa, gli uomini spesso le dimenticano in macchina, inoltre tutti sappiamo quanto sia costoso perdere le chiavi di casa, quando questo si traduce necessariamente nel cambio di serratura! Fatto sta che questo oggetto che è da sempre stato uno dei più importanti della vita quotidiana potrebbe presto scomparire grazie alla domotica.

Sono infatti state create delle serrature elettroniche, facilmente installabili in casa, che possono essere controllate comodamente tramite il proprio smarphone.

Grazie a una funzione registro degli accessi sarà inoltre possibile tenere sotto occhio le ultime aperture e chiusure.

Questa funzione che potrebbe essere rivoluzionaria per le porte di casa potrebbe mostrarsi come ancora più utile per alberghi ed uffici: qui infatti si risparmierebbe molto evitando la fabbricazione di chiavi o schede ad hoc ed i cambi periodici delle serrature. Tutto quello che è necessario è dare tramite l’app l’accesso temporaneo agli utenti e revocarlo quando il periodo di permanenza sarà finito.

Da Bernard Shaw alla casa rotante con pannelli solari

George Bernard Shaw, scrittore di fama mondiale, fu reso famoso anche per la sua mini casa che ruotava come un girasole per seguire la luce del sole o per cercare l’ombra.

Oggi un famoso studio di architetti, Path Architecture di Portland, ha creato una versione moderna della casa che 100 anni fa Shaw completò con le sue stesse mani e che oggi potrebbe essere definita come una casa ad efficienza energetica ante litteram. Shaw spostava la propria stanza tramite una manovella che garantiva comfort alla sua mini-abitazione.

Il progetto dello studio Path Architecture dell’Oregon ispirandosi alla casa dello scrittore ha realizzato 359, un piccolo rifugio della stessa pianta e misure della casa di Shaw (4mx4m) che è totalmente autosufficiente dal punto di vista energetico grazie a pannelli solari. Tuttavia per la rotazione della casa (attraverso la quale è possibile ottenere la migliore esposizione al sole e dunque il miglior approvvigionamento energetico con i pannelli solari) viene attuata meccanicamente con un asta di legno che viene utilizzata come un timone e che richiede una forza minima.

Tende per esterni: praticità e design

Per chiunque abbia la possibilità di godere nella propria abitazione di un dehor la tenda da sole è un elemento indispensabile per creare ombra e dunque un angolo fresco dove poter godere di piacevoli momenti di relax all’esterno della propria abitazione.

Le tende per esterni da sole sono un elemento funzionale delle nostre abitazioni che svolgono un compito importante su terrazzi, pati, giardini, ma anche finestre e portoni e possono essere fissate a soffitto o a parete con funzionamento elettrico o manuale.

Tuttavia le tende da sole possono essere dal design accattivante per dare un tocco di originalità in più allo spazio esterno.

Ad esempio le tende da sole possono essere realizzate colorate conferendo così uno spot di luce e colore su tutta l’area circostante. Un altro elemento sul quale si può giocare è sulla forma delle tende da sole. Ad esempio alcune version prevedono una doppia inclinazione che le rende più adattabili per l’installazione, altre invece con guide naturali consentono di coprire vasti spazi e creare quindi vaste zone d’ombra sotto le quali si possono creare dei veri e propri ambienti come una zona living o un tavolo da pranzo.

Particolarmente suggestive dal punto di vista del design sono le tende a vela che con la loro forma un po’ minimal e un po’ chic donano un tocco elegante ed essenziale all’ambiente.

Graffiti per interni: nuova tendenza dell’Interior Design

Un nuovo trend nel mondo delle decorazioni per la casa sta prendendo piede anche nel nostro Paese. In arrivo dagli Stati Uniti, i graffiti per interni rappresentano la nuova frontiera dell’Interior Design. Questa nuova moda trae ispirazione dai murales metropolitani e rappresenta una delle ultime tendenze proposte dagli Interior Designer.

Si tratta di decorazioni murarie elaborate, che possono occupare intere pareti all over o essere circoscritte in uno specifico particolare architettonico, come un arco o una scala, con il fine di enfatizzarlo. I soggetti variano da temi floreali, paesaggi e skyline di grandi città a veri e propri graffiti a soggetto metropolitano ed astratto.

I graffiti sono utilizzati per decorare le pareti interne delle abitazioni, con uno stile moderno, suggestivo e di forte impatto, che si discosta dalla tradizionale tinteggiatura delle pareti di casa.

Le tecniche di realizzazione sono sostanzialmente due. Si possono realizzare i graffiti direttamente sulle pareti con l’utilizzo di materiale pittorico adeguato, ispirandosi ai murales cittadini, o si ricorre ai cosiddetti wall paper adesivi, da applicare al muro. In entrambi i casi, il risultato è eccellente e molto scenico.

Graffiti per interni: wall paper

Colorati, eleganti e di forte impatto, i wall paper sono realizzati con materiali resistenti e dotati di una finitura opaca antistrappo, resistente all’usura. Si tratta, in buona sostanza, di sticker autoadesivi da applicare e rimuovere agevolmente, che riproducono un po’ di tutto, da citazioni letterarie a celebri opere d’arte e slogan.

Inoltre, su internet sono disponibili servizi on demand. Potete inviare via e-mail foto, loghi o le vostre creazioni artistiche, e, specificando le misure della superficie da decorare, riceverete wall paper personalizzati, in tempi brevi.

I wall paper sono riutilizzabili senza limiti, ossia possono essere rimossi e nuovamente applicati alle pareti tutte le volte che si desidera, senza danneggiare i muri o gli adesivi medesimi.

Come impreziosire la cucina

Chi l’ha detto che per portare un po’ di lusso in cucina è necessario operare una ristrutturazione completa e spendere una fortuna? In questo articolo vi diamo 5 preziosi consigli per dare prestigio ed eleganza alla vostra cucina in poche semplici mosse

1. Sedie di design

Esistono tantissime sedie di design dalle forme moderne e contemporanee che collocate affianco al tavolo della cucina daranno subito un tocco elegante e ricercato all’ambiente

2. Cambiare le ante dei mobili

Stufi della vecchia cucina in legno con quel sapore un po’ retrò? Niente paura basta sostituire le vecchie ante del mobile con alcune dal sapore pià ricercato, magari in vetro, oppure eliminando completamente le ante e lasciando le scaffalature aperte tenendo in mostra spezie, libri e accessori per cucina più belli.

3. Lampadari ed illuminazione

Spesso l’illuminazione di un ambiente viene erroneamente sottovalutata e non si può compiere sbaglio più grande: la luce ridesegna l’arredo di una stanza creando atmosfere e cambiandone la percezione. Per dare un tocco in più alla vostra cucina potrete quindi studiare un illuminazione nuova, magari con luci soffuse o con hotspot con faretti a soffitto. Un’altra soluzione in grado di impreziosire l’ambiente è quella di acquistare lampadari dal design moderno o industriale che con untocco rivoluzioneranno la vostra cucina.

4. Dipingere una parete a contrasto

Dipingendo una parete a contrasto con un colore brillante si conferirà subito un aspetto originale e maggior carattere all’ambiente. Una soluzione pratica, moderna ed interessante potrebbe essere anche quella di realizzare una parete a lavagna nella vostra cucina

5. Tende per le finestre

Infine liberatevi delle odiose tapparelle e scegliete tende colorate, originali ed eleganti per la vostra cucina, in quanto spesso sono proprio i dettagli a fare la differenza

Le pareti effetto lavagna

Una delle ultime tendenze per la casa sono le pareti effetto lavagna. Dallo stile moderno e con un tocco newyorkese queste pareti sono sbarcate prima nei locali italiani fino ad approdare sui muri delle nostre abitazioni.

Le pareti effetto lavagna oltre a rendere moderno e dare un tocco industrial agli ambienti hanno il vantaggio di offrire una grandissima versatilità: che le vogliate realizzare in cucina per scrivere la lista della spesa, in ufficio per tenere promemoria delle cose da fare, in salotto e farle decorare da un vostro amico artista o nella camera dei bambini per farli sbizzarrire con la fantasia e la creatività, potrete rinnovarle ogni volta che volete, basta un cancellino e dei gessetti. Semplice no?

Per chi invece non se la sentisse di realizzare un’intera parete effetto lavagna questa soluzione può essere adottata anche per decorare delle piccole nicchie o porzioni di muro.

Per realizzare questo tipo di parete basta acquistare un tipo particolare di vernice che può essere applicata semplicemente col rullo su una parete liscia precedentemente stuccata e la renderà una lavagna su cui scrivere con i gessetti.

Cucine con isola: idee per l’utilizzo

La cucina con isola è uno dei must dell’arredamento moderno. Sinonimo di stile si è andata via via a conquistare un posto di eccellenza nel design contemporaneo.

Questa soluzione nonostante, sia molto versatile non è adatta a tutti i tipi di ambienti in quanto richiede una stanza di medie o grandi dimensioni per poter consentire un congruo passaggio lungo tutti i suoi lati.

Scopriamo ora insieme alcune soluzioni che possono essere realizzate con una isola in cucina.

1 Cucina con isola Piano di lavoro

Questa è forse la soluzione più utilizzata per le cucine con isola in cui questo elemento consente la funzione di piano di lavoro. Può essere in marmo, in okite o in altri materiali, avere un tagliere integrato e numerosi scaffali e sportelli dove riporre gli utensili.

2 Cucina con isola Piano cottura

La cucina con isola con piano cottura è la più difficile da realizzare in quanto coporta necessariamente che tutti gli allacci di luce, gas ed elettricità siano portati al centro della stanza in corrispondenza dell’isola e che sia collocata una cappa al di sopra. Tuttavia questa soluzione garantisce una resa estetica di grande effetto ed è molto apprezzata.

3 Cucina con tavolo ad isola

L’isola può anche essere realizzata come spazio conviviale, tavolo o superifcie più alta intorno alla quale collocare sgabelli. Nel secondo caso l’isola conferisce uno stile moderno alla cucina e si adatta particolarmente a consumare pasti veloci come una merenda o la colazione

4 Cucina con isola per separare gli ambienti

Infine l’isola può essere usata per separere gli ambienti in un open space come la zona living dall’angolo cottura. In questo caso l’isola può essere attrezzata attraverso mensole e scaffali in cui riporre spezie, librerie, piante aromatiche o sportelli per gli utensili.